Ti trovi in:

Home » Il Territorio » Luoghi e punti di interesse » Cammino dei ricci

Cammino dei ricci

di Mercoledì, 16 Luglio 2014 - Ultima modifica: Giovedì, 30 Ottobre 2014
Il cammino dei ricci

Il sentiero divulgativo “Il cammino dei ricci” è un percorso che si snoda lungo i maroneri, nella parte alta del Comune di Drena, tra maestose e secolari piante di castagno ed un suggestivo paesaggio.

Lungo il sentiero sono presenti pannelli illustrati che raccontano la storia di questa pianta secolare e del suo prezioso frutto: il marone di Drena. Molte le curiosità che si possono scoprire anche attraverso i preziosi ricordi degli abitanti di Drena che da sempre vivono vicino ai boschi di castagno che da secoli hanno modellato il paesaggio e gli animi. Camminare osservando le chiome dei castagni che si stagliano con i loro rami fin quasi a toccare il cielo, sembrerà di essere avvolti da un bosco fiabesco, dove i suoni della natura interrompono il silenzio. Per i più piccoli e non solo, il Giocaricci, un libretto interattivo online, anche scaricabile, per conoscere meglio il territorio e i maroneri di Drena e per scoprire poi sul campo, lungo il sentiero, le risposte ai quiz proposti!

Posizione GPS
di Giovedì, 30 Ottobre 2014

Il cammino dei Ricci a Drena

Analoghi a questo

di Mercoledì, 22 Aprile 2015
pagina_sito

In quest'area puoi trovare tutte le informazioni relative alle attività di competenza comunale in materia di provvedimenti relativi ad interventi di edilizia privata, conformità urbanistica, tutela del paesaggio, vigilanza sull'attività urbanistico-edilizia e pianificazione urbanistica del territorio del Comune di Drena.

di Giovedì, 07 Aprile 2016

Il castello è momentaneamente chiuso, per informazioni più dettagliate accedere all'area dedicata http://www.comune.drena.tn.it/Il-Comune/Comunicazione/Avvisi-e-news/Chiusura-Castello-di-Drena-e-Ferrata-Sallagoni.

di Mercoledì, 04 Giugno 2014

Drena è un comune di 561 abitanti della provincia di Trento. Fa parte della Comunità Alto Garda e Ledro.
Il comune di Drena è immerso nel verde e nella quiete a solo 15 km da Riva del Garda. L’abitato risale al periodo preistorico ma acquisì i suoi caratteri durante l’età romana e medievale.
Uno stretto e indissolubile vincolo lega da molti secoli Drena al suo Castello. Il castello tipicamente medievale fa parte di un itinerario naturalistico e storico prezioso, che comprende la spettacolare frana geologica delle “Marocche”, la Valle dei Laghi e il Monte Bondone. Il paese è anche ricco di presenze religiose, come la chiesa parrocchiale di San Martino e la chiesa di San Carlo Borromeo.
In località Castello ha sede il centro sportivo, dotato di un campo da calcio, campo da tennis, percorso vita attrezzato per semplici esercizi ginnici ed una palazzina servizi. Inoltre, Drena offre una grande varietà di itinerari per andare in mountain bike.

URP

URP

di Giovedì, 08 Maggio 2014
pagina_sito

Ai sensi dell’art. 34 della legge provinciale 23/1992 al fine di agevolare il rapporto con l’utenza e per favorire e migliorare la diffusione delle informazioni necessarie ai cittadini per accedere ai benefici o per ottenere atti di loro interesse gli enti locali, anche mediante apposite convenzioni, possono costituire sportelli di assistenza ed informazione.

Alla data odierna il Comune non ha attivato il suddetto sportello. 

URP

URP

di Giovedì, 08 Maggio 2014
pagina_sito

Ai sensi dell’art. 34 della legge provinciale 23/1992 al fine di agevolare il rapporto con l’utenza e per favorire e migliorare la diffusione delle informazioni necessarie ai cittadini per accedere ai benefici o per ottenere atti di loro interesse gli enti locali, anche mediante apposite convenzioni, possono costituire sportelli di assistenza ed informazione.

Alla data odierna il Comune non ha attivato il suddetto sportello. 

di Venerdì, 15 Maggio 2015
pagina_sito

In quest'area puoi trovare tutte le informazioni relative alle attività di competenza comunale in materia di provvedimenti relativi ad interventi di tributi, canoni e tariffe del Comune di Drena.

Si informa che a partire dal 01.07.2017 in attuazione del progetto di gestione associata tra i comuni di Dro e Drena approvato con delibera del Consiglio Comunale nr. 32 dd. 29.12.2016, è stata avviata anche la gestione associata del servizio finanziario.

A partire da tale data il servizio di sportello relativo all'ufficio tributi è disponibile solo presso il Comune di Dro con i seguenti orari:

lun - ven 09:00-12:30

mar 14:30-16:00

Forse ti può interessare

di Giovedì, 30 Ottobre 2014
pubblicazione

Il cammino dei Ricci a Drena

Servizio di competenza: Segreteria e Affari Generali Ufficio di competenza : Ufficio Segreteria, Attività Culturali e sociali
di Lunedì, 04 Dicembre 2017
di Martedì, 16 Maggio 2017
ORDINANZA N. 3 CHIUSURA SENTIERO ATTREZZATO FERRATA RIO SALGONI DAL 18 MAGGIO 2017 AL 23 MAGGIO 2017 PER MANUTENZIONE STRAORDINARIA
di Venerdì, 23 Settembre 2016
lavori di taglio piante lungo linee elettriche di competenza TERNA RETE ITALIA SPA
di Giovedì, 05 Giugno 2014
luogo

1943 - 1943/04/27 (costruzione grotta e sentiero intorno)

Tra il gennaio e il febbraio del 1943 alcuni minatori originari di Drena emigrati in Belgio fecero brillare delle mine per costruire la grotta antistante alla cappella che a tutt'oggi ospita il gruppo scultoreo della Madonna di Fatima. Nello stesso periodo fu costruito il sentiero che sale alla cappella. Il 27 aprile 1943 nella grotta fu collocato il gruppo scultoreo della Madonna venerata da Lucia Dos Santos e dei suoi cugini Francesco e Giacinta Marto, opera della ditta Tullio de Tassis di Trento.DescrizioneLa piccola cappella venne costruita nel 1949 nel luogo in cui pochi anni prima (1943) alcuni minatori locali emigrati in Belgio realizzarono la grotta che accoglie il gruppo scultoreo della Madonna e dei tre pastorelli di Fatima. La cappella è raggiungibile con una breve camminata attraverso un sentiero abbellito da aiuole e fontanelle. L'edificio, preceduto da una scalinata, è orientato a sud-est e si sviluppa su una pianta rettangolare. La facciata, a due spioventi, è caratterizzata da un portale a pieno centro, profilato da conci lapidei e chiuso da cancellata. Le fiancate sono lisce e presentano ciascuna una finestra lunettata. Alla semplicità degli esterni corrisponde quella degli interni, finiti a intonaco tinteggiato e abbelliti da uno zoccolo perimetrale dipinto a finto marmo e da un paesaggio montano eseguito a tempera, che fa da sfondo al crocifisso appeso alla parete di fondo dell'aula.